Uomini e donne dei truck

Giovedí, 13 Dicembre 2018
di Paolo Altieri



Chi sono gli uomini alla guida delle case costruttrici di veicoli industriali che operano in Italia e quale lo stato dell’informazione da parte di chi ne è preposto? Sulla base di come noi oggi viviamo il rapporto con le case del cui andamento siamo attenti osservatori, anche tramite le informazioni che ci arrivano da dealer e aziende di trasporto, vogliamo tracciare una piccola guida per conoscere i timonieri dei truck, un settore di mercato che, dopo la recente lunghissima e pesante crisi, è avviato verso una crescita importante. Qui nel dettaglio gli uomini e le donne ai vertici delle aziende e della relativa comunicazione.
Cominciamo da Iveco. Dal 2014 alla guida del costruttore nazionale c’è il francese Pierre Lahutte, che non ha impiegato molto tempo a compenetrarsi nella realtà e nella cultura Italiana, dando alla sua azione una impronta di forte vivacità nel rapporto con collaboratori, dealer e clienti. Poca visibilità, rispetto al passato, dei suoi collaboratori più stretti a livello di corporate, mentre per quanto riguarda il Mercato Italia il suo general manager, il romeno Mihai Daderlat, fin dalla sua nomina nell’ottobre del 2014 ha saputo riorganizzare e dare un forte impulso all’attività di Iveco sul mercato nazionale, costruendo anche un’ottima squadra che oggi conta su elementi preparati e entusiasti come Alessandro Oitana, responsabile per i pesanti e medi, Alessandro Salvucci per i leggeri, Marcello Zanella per le vendite dirette, Fabio Pellegrinelli per i veicoli a gas, Alberto Rota per la rete. Grande attenzione per la comunicazione da parte del Mercato Italia, dove alla comunicazione Sara Castaldi ha sostituito l’efficientissima Paola Bruna, molto meno in Iveco Corporate dove la responsabile comunicazione è Emanuela De Vita .
Voto 7
In Daf Veicoli Industriali dal maggio 2011 amministratore delegato è Paolo Starace, manager molto preparato, attento alle problematiche del settore, che ha come braccio destro Mauro Monfredini, memoria storica dell’azienda (è in Daf dal 1994 e dal 2008 è direttore marketing) e personaggio di grande esperienza, cui di recente si è affiancato come direttore commerciale Carlo Usuelli. Comunicazione snella.
Voto 6
Passiamo in Man Truck & Bus, dove dal luglio 2015 nuovo amministratore delegato è Marco Lazzoni, subentrato a Giancarlo Codazzi. La sua esperienza nel settore inizia in Iveco e poi matura tra Mercedes-Benz, Volvo Italia e Volvo Group in Svezia. Lazzoni è certamente uno dei manager più competenti del settore. Purtroppo è arrivato in Man Italia nel pieno ciclone del Gruppo Volkswagen (di cui il costruttore di Monaco fa parte insieme a Scania) per il Dieselgate e probabilmente questo ha frenato i suoi programmi di sviluppo. Nel suo team Andrea De Marchi, provenienza Volkswagen Veicoli Commerciali, ha preso il posto di Andrea De Cesaris come responsabile commerciale. Direttore di Man Bus è Franco Pedrotti. Il 2016 è stato un anno di poche iniziative, con una comunicazione che il responsabile marketing Alessandro Smania (incarico che ricopre dal novembre 2010) ha fatto fatica a coordinare.
Voto 6
Anche Volvo Group Italia ha registrato cambiamenti importanti nei tempi recentissimi, con la gestione dei marchi Renault Trucks e Volvo Trucks riunita nell’unica struttura di Zingonia. Amministratore delegato di Volvo Group Italia dall’aprile 2015 è Giovanni Lo Bianco, già Ad di Volvo Trucks Italia fin dal 2013. Le attività dei due marchi, che restano comunque ben distinte, sono affidate a due direzioni commerciali guidate da Claudio Gallerani per Volvo Trucks (fin dal 2005 mentre in Volvo è entrato nel 1997) e al nuovo entrato Matthias Delrue per Renault Trucks. Anche marketing e comunicazione per Volvo Group Italia ha una nuova responsabile: è Francesca Rinni con la quale collaborano Erica Zaffaroni per Renault Trucks e Samantha Sassi per Volvo Trucks. Comunicazione decisamente da migliorare.
Voto 6.
La gestione di Mercedes-Benz Veicoli Industriali e commerciali è affidata per i truck a Maurizio Pompei (managing director dal 2012) e Enrico Ferraioli (direttore marketing) e per i van a Dario Albano (managing director dal 2014 ma in Mercedes dal 1999) e Andrea Verdolotti (direttore marketing). I quattro manager vantano esperienza e competenza, anche se nel passato la figura, soppressa, di un direttore generale consentiva un migliore coordinamento delle complesse attività. Quanto alla comunicazione, Paolo Lanzoni, passato nei mesi più recenti alla responsabilità del prodotto vettura, ha lasciato un vuoto che pesa. La buona volontà di Eugenio Blasetti, che ha preso il suo posto, non è sufficiente per assicurare un efficiente dialogo con la stampa, nonostante l’impegno di Vadim Odinzoff che però si occupa anche e soprattutto del settore vetture. Ora la comunicazione dei truck è stata rafforzata con il coinvolgimento di Rachele Bolognese. Vedremo come se la caverà. Nessun problema per la comunicazione van grazie alla grandissima disponibilità di Dario Albano.
Voto 6
Italscania ha la fortuna di avere dal giugno 2012 come amministratore delegato Franco Fenoglio, manager che da sempre fa della comunicazione il suo cavallo di battaglia. Come nelle precedenti aziende dove ha operato (Iveco, CNH, Piaggio), anche in Scania gradualmente ha saputo crearsi una squadra fortemente motivata che oggi è composta da Paolo Carri (direttore business support & development dal marzo 2011), Cinzia Caserotti (direttore vendite dal 2010 e memoria storica dell’azienda dove ha una anzianità di 35 anni), Roberto Caldini (direttore bus & coach), Fredrik Swartling (direttore servizi), Daniel Dusatti (direttore sviluppo rete), Giancarlo Perlini (direttore marketing e comunicazione), che si avvale della collaborazione di Elena Casagrande, Daniela Crescini, Tommaso Casagrande. Con questa forza d’urto, i risultati non mancano.
Voto 7.
 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok