CONFARTIGIANATO TOSCANA / Piccole e medie imprese tagliate fuori dai servizi di Tpl

Lunedí, 25 Marzo 2013

In Toscana contratti per l'affidamento dei servizi di Tpl sono ormai scaduti da oltre due anni. In questo periodo è stato intrapreso un confronto serio con la Regione e l'assessore Luca Ceccobao, per ottenere un nuovo sistema per il trasporto pubblico su autobus più efficiente e moderno rispetto a quello attuale. “Avevamo concordato - afferma Giampaolo Cordovani, Presidente regionale di Confartigianato Autobus - alcuni principi fondamentali su cui si sarebbe dovuto basare il nuovo sistema dei trasporti toscano: un lotto unico regionale per le linee a maggior utenza, una serie di lotti provinciali o comunali per specifiche esigenze di carattere locale e per tutte le linee a bassa utenza”. La situazione però non è andata a buon fine. “L'accordo siglato – afferma Francesco Meacci, Coordinatore Regionale della Confartigianato Autobus Operator – taglia fuori le piccole e medie imprese dal processo di riorganizzazione del Tpl toscano”. Uno scenario che preoccupa non poco. "Vediamo a rischio la sopravvivenza delle piccole imprese del trasporto persone e dei loro dipendenti”, prosegue Meacci. 

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok