SIFA' / 'Circular Mobility', innovazione e sviluppo sostenibile nella mobilità del futuro

Mercoledí, 30 Ottobre 2019

Nella Sala degli Specchi del Teatro Valli di Reggio Emilia, si è svolto l’evento “Circular Mobility- Il ciclo della mobilità tra sviluppo sostenibile e innovazione”.
Un incontro organizzato da SIFÀ, Società Italiana Flotte Aziendali, e BPER Banca in collaborazione con Unindustria Reggio Emilia, in cui si è aperto un dibattito sul nuovo concetto di mobilità circolare. Contestualmente, è stata presentata in anteprima la Survey sulle Imprese realizzata da Nomisma nell'ambito dell'Osservatorio sulla Mobilità Smart&Sostenibile. Il progetto dell’Osservatorio, sviluppato e portato alla luce grazie alla collaborazione di SIFÀ e BPER Banca, si propone come strumento per il monitoraggio continuativo della mobilità smart, sostenibile ed elettrica, con lo scopo di supportare la sensibilizzazione e la definizione di politiche di promozione, alla luce delle informazioni sul mercato di riferimento e dei modelli di consumo in Italia.
La ricerca condotta da Nomisma è a cura di Silvia Zucconi, Responsabile Market Intelligence & Consumer Insight della società. E' il frutto di una survey basata su un campione di oltre 200 aziende su tutto il territorio nazionale, dove emerge come anche le aziende dotate di flotta aziendale stiano destinando sempre maggiore attenzione ai temi della mobilità sostenibile in generale ed elettrica in particolare.
Paolo Ghinolfi, Amministratore Delegato di SIFÀ, ha spiegato in modo approfondito l'importanza e il significato di quest'evento: “L’intera filiera dell’automotive impatta direttamente sulla qualità della vita dei cittadini e sulla sostenibilità ambientale della città, diventando sempre più cruciale e decisiva per superare le sfide ambientali. Il settore dell’automotive ha quindi nella visione della nostra Azienda, e mia personale, l’imperativo di ispirarsi al concetto di Economia circolare per un uso più efficiente e sostenibile delle risorse. La “circular mobility”, la locuzione che abbiamo coniato per esprimere questo nuovo paradigma, dovrà necessariamente affrontare diverse sfide e coinvolgere tutti gli attori interessati lungo la catena del valore automobilistico: case costruttrici, fornitori di materiali, noleggiatori, gestori di flotte, riciclatori, gestori di piattaforme dati. La filiera pertanto sarà il primo fattore imprescindibile su cui si dovrà lavorare per ottenere risultati di sostenibilità a medio-lungo termine. Bisognerà sviluppare un ecosistema collaborativo in cui aziende leader del settore pubblico e privato e startup innovative lavorino fianco a fianco. Questo nuovo approccio porterà innanzitutto all’adozione di pratiche più responsabili e ridurrà in maniera importante l’impatto ambientale nel settore della mobilità. Il concetto di “circular mobility” è inoltre, nella declinazione della nostra Azienda, la cornice dentro la quale si collocano tutte le iniziative di mobilità sostenibile e Corporate Social Responsibility connesse all’automotive che, in SIFÀ, progettiamo e realizziamo”.
Prosegue poi: “Oggi abbiamo parlato molto di alimentazioni alternative, ibride ed elettriche, che rappresentano un grande contributo alla sostenibilità, e affrontato il tema del car sharing e di come sarà sempre più indispensabile concepire la mobilità come un servizio, in funzione di una “circular mobility” più efficace. Qui sono orgoglioso di poter affermare che SIFÀ ha già avviato da tempo progetti di car sharing elettrico in sinergia con operatori qualificati ed è partner di TPER nell’ambito del progetto Corrente, che attualmente rappresenta l’esempio più virtuoso in Italia". 

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok