MAN / A San Benedetto del Tronto in servizio il primo Lion’s City EfficientHybrid

Lunedí, 9 Dicembre 2019

MAN Truck & Bus Italia ha consegnato il primo MAN Lion’s City EfficientHybrid (diesel-elettrico) a Start S.p.A., la società a partecipazione pubblica che cura i trasporti pubblici nei comuni
di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e provincia di Ascoli Piceno servizi di noleggio e linee ministeriali verso Roma.
Il MAN Lion’s City EfficientHybrid nell’accattivante livrea bianconera cattura l’attenzione nel centro di San Benedetto del Tronto, ma soprattutto sottolinea l’impegno della cittadina marchigiana sul fronte dei servizi alla cittadinanza e al rispetto dell’ambiente.
Il Lion’s City Hybrid 12C equipaggiato con EfficientHybrid è il primo bus ibrido consegnato da MAN in Italia. È un autobus a pianale ribassato da 12 metri di lunghezza con motore posteriore MAN D1556 Euro 6d; il nuovo sei cilindri di 9 litri per una potenza massima di 243 kW a 1.800 giri/min e una coppia massima di 1.400 Nm da 900 a 1.600 giri. Il cambio è automatico ZF a sei velocità con il rapporto al ponte standard 5,72. L’accesso avviene tramite tre doppie porte a retrotraslazione interna, per carrozzelle e passeggini è presente una pedana manuale e uno spazio dedicato all’interno del veicolo. Nel complesso i posti a sedere sono 24 e quelli in piedi possono arrivare a 83. Molto curata anche l’illuminazione interna con luci led di varie tonalità rivolte verso l’alto, mentre la climatizzazione, oltre al compressore, prevede quattro aerotermi supplementari con termoconvettori.
Tra le altre novità del MAN Lion’s City EfficientHybrid consegnato a Start, da evidenziare la piattaforma priva di ingombri fino alla porta centrale grazie all’arretramento del serbatoio e allo spostamento delle batterie sotto la postazione del conducente. I sedili singoli non sono fissati al pavimento ma alle pareti laterali rendendo più semplice la pulizia del veicolo. Nonostante i rinforzi strutturali per l’omologazione Ece R66.02 (resistenza al ribaltamento) e R29a (urto frontale della cabina guida), la tara è stata ridotta di quasi una tonnellata attestandosi a 11.500 kg. Da segnalare anche il soffitto interno che è ora realizzato in pezzo unico preassemblato e privo di intelaiatura con l’obiettivo di alleggerire la struttura e rendere più regolare la superficie.
Il vicesindaco di San Benedetto, Andrea Assenti, nel suo intervento durante la presentazione ufficiale, ha detto: “Era da tempo che non presentavamo un nuovo bus della nostra flotta pubblica quindi ringraziamo Start e MAN che hanno contribuito a questo evento proponendoci un veicolo all’avanguardia assoluta, il primo immatricolato in Italia con questa tecnologia. Un veicolo che sottolinea la nostra volontà di sviluppare un modello di città ‘smart’ e dare risposte concrete e sostenibili per l’ambiente, alle esigenze della cittadinanza”.  

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok