IBE- TTG TRAVEL EXPERIENCE / 'Missione ripartenza', il punto dopo prime due giornate

Venerdí, 16 Ottobre 2020

IBE- International Bus Expo è il Salone internazionale del bus, organizzato da Italian Exhibition Group nel quartiere fieristico di Rimini, e in scena fino a venerdì 16 ottobre (ingresso Est) in contemporanea con un altro, non meno importante, evento: TTG Travel Experience. Questa 9ª edizione di IBE diventa la piattaforma per il Sud Europa e il bacino del Mediterraneo delle soluzioni oggi disponibili per la mobilità condivisa.
Al convegno d’apertura sul tema "Politiche di mobilità sostenibile e recovery plan in Italia", Corrado Peraboni- AD di Italian Exhibition Group, ha evidenziato come IBE rappresenti “Un percorso tematico dedicato a tutte le tecnologie, i servizi e le soluzioni per l’innovazione nel trasporto persone su gomma, sia a fini turistici che a fini pubblici. Noi, come organizzatori fieristici”, ha detto Peraboni, “ascoltando le esigenze del mercato e interpretando le tendenze in atto, ci siamo aperti alla mobilità collettiva integrata, innovativa e sostenibile”.
“Qui sono rappresentati settori che si basano sulla mobilitazione di persone che sono tra i più colpiti”, ha sottolineato Roberta Frisoni- assessore Mobilità, Demanio Marittimo, Programmazione e Gestione del Territorio del Comune di Rimini, che si è anche detta sicura che non mancheranno, in risposta alla crisi, “opportunità come di investimento in innovazioni”.
Secondo Andrea Corsini- assessore mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio della Regione Emilia-Romagna, “occorre anche uno scatto del settore, dal punto di vista qualitativo, perché avremo una domanda sempre maggiore di mobilità in sicurezza. In Emilia-Romagna stiamo lavorando per questo e per un miglioramento anche della qualità dell’aria. Durante il lockdown abbiamo preso decisioni strategiche in questo senso, investendo sull’elettrificazione delle linee ferroviarie e sulla mobilità ciclabile”.
Il Professor Giuseppe Catalano- Presidente del comitato tecnico scientifico di IBE, collegato da remoto, ha parlato di “scelta coraggiosa della manifestazione”. Questo periodo così difficile per il settore, ha bisogno di “una riscossa di dignità, perché ci sono davvero migliaia di persone che stanno facendo bene il loro dovere”.
Giuseppe Vinella- Presidente di ANAV, sostiene che “transizione ecologica e infrastrutture per la mobilità sono giustamente due delle mission che il Governo ha individuato come prioritarie nell’ambito del piano nazionale di ripresa sostenuto dal Recovery Fund. È solo con un sistema di trasporto collettivo di qualità e competitivo con la mobilità privata, infatti, che può essere vinta la sfida della mobilità sostenibile e in questa sfida il trasporto con autobus assolve ad una funzione insostituibile di capillarità, inclusività e prossimità”.
Andrea Gibelli- Presidente di ASSTRA, ha sottolineato le grandi difficoltà del settore, per una situazione che necessita di “regole chiare”. “Noi abbiamo fatto i miracoli per organizzare i nostri servizi in una condizione di straordinarietà”, ha sottolineato con forza, “sempre nel rispetto delle regole: se queste non sono più adeguate, occorre definirlo con chiarezza”.
Sono pronti i produttori di mezzi per le nuove esigenze del mercato? Ha domandato la moderatrice Morena Pivetti a Severino Briccarello di UNRAE. “L’industria è pronta, anzi spesso anticipa le richieste del mercato”, ha risposto Briccarello, “ma il mercato in questi mesi ha perso il 38,2%” e occorrono ingenti investimenti per far fronte alle giuste esigenze in tema di green e di sicurezza. “Purtroppo spesso manca un linguaggio comune: occorre una maggiore formazione culturale”.
In linea con i colleghi anche Arrigo Giana presidente di AGENS, collegato da remoto, che ha fatto anche un richiamo alla comunità scientifica a “smetterla con la rincorsa a facili apparizioni televisive ad effetto. Se le attuali 4,8 persone a metro quadro nei mezzi, previste dalla legge non vanno più bene, occorre dirlo con chiarezza”.
Non è potuto esserci in presenza, per una votazione strategica che si tiene oggi in Senato, ma ha tenuto a farlo in diretta streaming, il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Salvatore Margiotta, che ha concluso i lavori del convegno, da lui stesso definito “riuscitissimo”.
“Il mondo dei trasporti ha mostrato una capacità di tenuta incredibile”, ha detto Margiotta, "ed è stato tra i settori più sollecitati. Le regole ci sono, ma possono essere rivisitate, a seconda dello sviluppo della pandemia”. Quali le soluzioni possibili? “Lo scaglionamento degli orari di ingresso e uscita per scuole e uffici può essere una risposta”, ha detto il sottosegretario, alla vigilia dell’importante riunione del ministro con la categoria.

 

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok