UNRAE / Fari puntati sul settore dei veicoli rimorchiati

Giovedí, 28 Maggio 2020

Il Centro Studi e Statistiche di UNRAE, l’Associazione delle Case estere, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha elaborato una stima
del mercato dei Rimorchi e Semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5t che – per il mese di marzo 2020 – indica una caduta di -70,2% rispetto ad aprile 2019 (602 unità immatricolate contro
2.019). Il consolidato del primo quadrimestre 2020 cala del 48,2% rispetto allo stesso periodo del 2019 (3.409 unità contro 6.586). UNRAE ha tenuto stamane una Conferenza Stampa online, alla quale hanno partecipato circa cento rappresentanti della stampa di settore e d’opinione, aziende, associazioni di categoria e della pubblica amministrazione, dedicata al comparto dei veicoli rimorchiati e degli allestimenti, al fine di portare alla ribalta questa realtà produttiva, sottolinearne l’importanza nell’ecosistema del trasporto stradale e avanzare proposte per semplificarne il lavoro e sostenerne lo sviluppo oltre l’emergenza.
“Analizzare i dati di mercato sembra oggi un esercizio teorico – ha commentato Sandro Mantella, Coordinatore del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE – poiché alla crisi che
continua ormai da un paio d’anni si aggiungono le conseguenze delle chiusure imposte tanto alle aziende quanto agli Uffici del Ministero dei Trasporti. I dati di immatricolazione del settore sono
comunicati in tempi ancora più lunghi del solito. Siamo arrivati ormai alla fine di maggio, e abbiamo voluto indicare anche il dato provvisorio di questo mese, ma nessuno si illude che la stima di –
24,6% rappresenti una inversione di tendenza rispetto al -70,2% di aprile. Una previsione realistica per l’intero 2020 potrebbe essere quella di una perdita consolidata intorno al 55%”.
“Anche per illustrare le condizioni del nostro comparto – ha spiegato Mantella – abbiamo voluto organizzare un primo evento dedicato esclusivamente alla costruzione e distribuzione dei veicoli
rimorchiati e degli allestimenti. Si tratta di un settore molto poco conosciuto, tanto dalle istanze politiche e amministrative quanto dal pubblico. I veicoli rimorchiati e allestiti sono stati i protagonisti di punta dell’autotrasporto che – in occasione dell’emergenza in corso – ha garantito al Paese il rifornimento in condizioni di sicurezza proprio di quei prodotti che la situazione ha reso indispensabili, quali i generi alimentari e i farmaci, che necessitano di trasporto in regime di temperatura controllata, nonché prodotti energetici o presidi sanitari particolari (ad esempio l’ossigeno liquido) che sono disciplinati come merci pericolose ai fini del trasporto”.
“Abbiamo deciso di fare comunque questa prima uscita – ha continuato Mantella – pur consapevoli che avremmo incontrato difficoltà nel reperire i dati necessari per fotografare compiutamente il variegato mondo dei veicoli allestiti per il trasporto e la distribuzione, con i loro problemi e con le norme tecniche che presiedono alla loro progettazione, omologazione e immatricolazione. Ma bisognava pur cominciare. E il momento si presta, visto il ruolo svolto in questi mesi proprio dalla logistica e dai trasporti, i cui operatori meritano il nostro plauso e il nostro ringraziamento”.
 

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok