PNEUMATICI / Il controllo per salvaguardare se stessi e gli altri

Martedí, 11 Ottobre 2016

La manutenzione dei pneumatici e il corretto equipaggiamento stagionale, sono fondamentali per la circolazione sicura sulle strade in ogni condizione. Viaggiare con gomme lisce, allunga la frenata, specialmente in caso di pioggia. Quindi se l’automobilista viaggia con gomme lisce deve sapere che è un pericolo per la circolazione, per se stesso ma anche per gli altri. Primi fra tutti gli utenti deboli della strada. Questa infatti è la ratio della sanzione che viene comminata a chi circola con pneumatici lisci.
Anche la circolazione con gomme non omologate è pesantemente sanzionata perché il legislatore ha voluto in questo modo sottolineare quanto sia importante per la sicurezza stradale viaggiare con gomme controllate dall’autorità preposta, cioè omologate. Addirittura, come per le cinture di sicurezza, e i freni, la non omologazione delle gomme è sanzionata con un’ammenda di 5 volte più alta rispetto ad altri equipaggiamenti del veicolo. Proprio per il suo fondamentale contributo alla circolazione in sicurezza.
La manutenzione delle gomme, l’acquisto di gomme sicure e adatte al periodo stagionale vuol dire circolare sulla strada con la consapevolezza di essere nelle migliori condizioni per ridurre il rischio di incidenti. La manutenzione dunque è un valore etico che dovrebbe essere premiato dallo Stato.
Se il Governo consentisse, al pari dell’acquisto di arredi divani o sostituzione di sanitari di poter mettere in deduzione nella denuncia dei redditi il 50% della spesa per pneumatici più performanti si otterrebbe un effetto sulla riduzione dei consumi di carburanti e quindi delle relative emissioni, garantendo al tempo stesso maggiore sicurezza stradale grazie a più ridotti spazi di frenata su bagnato . Un evidente vantaggio per la comunità. Se l’orientamento, del tutto condivisibile, è quello di incentivare mezzi nuovi più sicuri e sostenibili, non si capisce perché questo vantaggio non sia stato esteso alle stesse dotazioni acquistate in aftermarket, capaci di migliorare oggettivamente le caratteristiche complessive del mezzo, come ad esempio i pneumatici con una bassa resistenza al rotolamento ed una migliore aderenza su bagnato.
“Il mondo del trasporto su gomma deve valorizzare i prodotti a più alte prestazioni di sicurezza stradale ed ambientali come strumento per il miglioramento della qualità della vita dell’intera società”. Questo l’impegno di Assogomma. Bisogna cambiare indirizzo: prima premiamo i comportamenti virtuosi e poi puniamo i trasgressori, non viceversa. Un’operazione che attraverso l’incentivo educhi l’automobilista a comportamenti virtuosi e all’utilizzo di prodotti che effettivamente possano dare un contributo al miglioramento della qualità di vita, o meglio ancora che riescano anche a preservarla.” sottolinea il Direttore di Assogomma Fabio Bertolotti.
Dal 15 novembre al 15 aprile, su molte strade e autostrade è fatto obbligo di circolare con pneumatici invernali. Vale ricordare che in caso di neve con pneumatici invernali la frenata si dimezza, ma le prestazioni con pneumatici adatti all’inverno, migliorano non solo in caso di neve ma anche in tutte le condizioni tipiche dell’inverno come freddo, brina e asfalto viscido. Circolare con pneumatici adatti al periodo stagionale vuol dire essere più sicuri per se stessi ma anche per gli altri. Inoltre se tutti adottassero il corretto equipaggiamento stagionale la circolazione ne beneficerebbe ed in caso di emergenza meteo si congestionerebbe di meno evitando blocchi stradali, con un vantaggio per la comunità nel suo complesso. Proprio in questi giorni l’invito agli automobilisti è quello di prendere appuntamento dal gommista per la permuta dei pneumatici da estivi a invernali.
 

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok