GREEN LOGISTICS INTERMODAL FORUM / Automazione e nuove tecnologie per l'Interporto 2030

Lunedí, 16 Novembre 2020

L’intermodalità è il cardine di una logistica sostenibile ed efficiente, e le infrastrutture terminalistiche sono il cuore dell’interscambio tra le diverse modalità di trasporto: acqua, ferro, gomma. Tutti luoghi di alta efficienza in cui “tutto scorre” e nulla sosta.
Infrastrutture, tecnologie, automazione e organizzazione sono gli ingredienti fondamentali di un terminal moderno. C’è un modello che può rispondere alle sfide del prossimo decennio gravido di profondi cambiamenti nella produzione e nell’organizzazione degli scambi? Come va immaginato un terminal logistico efficiente?
Questi i temi di cui si è discusso nei giorni scorsi durante il Green Logistics Intermodal Forum, in particolare in occasione di un seminario specifico, svoltosi nella mattinata di venerdì 13 novembre. Un evento ideato e organizzato da Interporto Padova, con le proprie infrastrutture intermodali, Ceisis- leader nella progettazione e realizzazione di sistemi impiantistici integrati, e Panasonic che ha presentato le tecnologie di ultima gamma; dai computer mobili rugged e le applicazioni mission critical, alle soluzioni di sollevamento di Kuenz, con funzioni automatizzate per togliere le persone dagli ambienti pericolosi. Novità che delineano un possibile modello.
Quarantacinque minuti di incontro e confronto per sapere tutto sull’automazione dei terminal dei prossimi dieci anni, fino al 2030.  

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok