INTERPORTO DI PADOVA / Container in crescita dell’8% nel 2014

Martedí, 13 Gennaio 2015

Il traffico intermodale all'Interporto di Padova è cresciuto nel 2014 dell'8% rispetto all'anno precedente. E' questo il dato che emerge analizzando le movimentazioni. Sono quasi 270mila i TEU (unità di misura standard dei container) movimentati nei due terminal veneti, per l'esattezza 269.918 contro i 251.300 del 2013. Un risultato di rilievo alla luce sia della situazione economica generale, sia delle pesanti limitazioni al traffico merci dovute al maltempo degli ultimi due mesi dello scorso anno. Interporto Padova ha calcolato i benefici ambientali che derivano dal trasporto di questi container su ferrovia anziché su strada: quasi 20 milioni di litri di gasolio che si traducono in circa 61 milioni di tonnellate in meno di biossido di carbonio, 3.400 kg di particolati, 162mila kg di ossidi di azoto e 32mila kg di biossidi di zolfo. Un contributo invisibile, ma sostanziale, alla sostenibilità ambientale del trasporto merci. A conferma del ruolo svolto dalla piattaforma padovana a livello nazionale, UIR (Unione Interporti Riuniti), l'Associazione che riunisce i 23 interporti italiani, ha nominato il direttore generale di Interporto Padova Spa, Roberto Tosetto, Segretario Generale per il prossimo triennio. Tosetto lavorerà ai prossimi obiettivi dell'Associazione, tra i quali la crescita dell’intermodalità nazionale mediante efficienti collegamenti ai porti italiani, l’eliminazione dei “colli di bottiglia” infrastrutturali sulla rete ferroviaria e una maggiore incisività nell’azione di supporto informativo all’attività legislativa e nella collaborazione con i ministeri.

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok