UNRAE / Calo immatricolazioni nel primo trimestre e a marzo

Martedí, 23 Aprile 2019

L’UNRAE, l’Unione Nazionale rappresentanti veicoli esteri, sulla basi di una serie di dati elaborati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha elaborato una stima sull’andamento del mercato dei rimorchi e semirimorchi. Al termine del primo trimestre di quest’anno, si registra un calo di vendite e immatricolazioni pari a -1,9% e solo nel mese di marzo, il calo è stato abbastanza sonoro: -3,9%. Ci riferiamo, nello specifico, a veicoli con peso superiore alle 3,5 tonnellate. Sandro Mastella, Coordinatore UNRAE per quanto riguarda Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti, parla di una situazione a dir poco scoraggiante: “La situazione è scoraggiante e le notizie secondo le quali il fondo investimenti per il 2019 è stato ridotto a 25 milioni per l’annualità 2019, non crea certo un’atmosfera favorevole all’ottimismo. Il fondo investimenti è una forma di sostegno che, nell’ambito dei contributi destinati all’autotrasporto, pur con tutti i suoi limiti contribuisce al rinnovo del parco. Guardiamo quindi con estrema preoccupazione all’ennesimo taglio dei fondi per gli investimenti, e ci auguriamo che almeno le formule del Super ammortamento e della Legge Sabatini possano continuare ad essere operative ed utilizzabili anche per l’acquisto di veicoli destinati al trasporto di merci. Mentre aspettiamo di sapere quali saranno gli orientamenti del decisore politico, proseguiamo comunque il dialogo con le Direzioni competenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con le quali UNRAE ha ottime e consolidate relazioni, per cercare le soluzioni tecniche più praticabili che consentano a industria e Pubblica Amministrazione di aggiornare norme e procedure al fine di garantire la produttività e la competitività del settore. Il Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE ha aperto al suo interno alcuni tavoli di lavoro su temi specifici, proprio per raccogliere documentazioni e proposte da discutere con i colleghi tecnici del Ministero, secondo comuni intendimenti”. A conclusione di quest’analisi, Mastella dice: “Con l’intenzione di snellire gli adempimenti nazionali per l’omologazione e l’immatricolazione dei veicoli in generale, e degli allestimenti specifici per il trasporto di merci, UNRAE segue con attenzione l’evoluzione dei lavori parlamentari sulla riforma del Codice della Strada, dove la delegificazione delle prescrizioni tecniche, auspicata e richiesta da molto tempo, consentirebbe intanto un più rapido adeguamento alle prescrizioni tecniche europee e internazionali, facilitando il lavoro di tutti”. 

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok