TRASPORTI / 13 aprile scorso mobilitazione autotrasporto container

Giovedí, 18 Aprile 2019

“Tempi duri per l’autotrasporto container”. Sabato scorso, 13 aprile, una massiccia delegazione di camionisti, operanti nel settore dell’autotrasporto container, hanno deciso di mobilitarsi e far sentire la loro voce contro i tempi lunghi di attesa e la scarsa remunerazione del loro lavoro. Entrando nello specifico, i temi oggetto della protesta sono stati: tracciamento ufficiale delle operazioni camionistiche nel ciclo operativo portuale; regime decretato degli indennizzi per i tempi di attesa al carico e allo scarico nei porti oltre i tempi di franchigia; assunzione formale delle responsabilità della committenza per ogni errore documentale nel ciclo camionistico portuale; eliminazione totale delle responsabilità del personale viaggiante sullo stato e idoneità del contenitore; adeguamento dei corrispettivi del trasporto contenitori ai costi reali di gestione; adeguamento e certificazione del distanziere nazionale; limitazione dei servizi d'intermediazione alle sole imprese con adeguato parco veicolare in disponibilità; regolamentazione e controllo della sub-vezione; sanzioni ai committenti che non rispettano i tempi di pagamento dei servizi; lotta alla concorrenza illegale. Presenti a quest’assemblea gli imprenditori delle regioni Emilia-Romagna, Liguria, Toscana e Veneto. Si prevede una seconda mobilitazione con nuova assemblea per il 15 maggio prossimo mentre gli autotrasportatori del Veneto sarebbero intenzionati a fermarsi anche nei giorni 27 e 28 maggio.

Compila il seguente modulo per ricevere la nostra newsletter:


ISCRIVITI

Commenti:

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli.

Ok